Il Por­tale Agenti Fisici, Chimici e Val­u­tazioni Ambi­en­tali è real­iz­zato dalla soci­età startup inno­v­a­tiva Glob-​Tek srls. Il Por­tale è stato svilup­pato per con­di­videre i risul­tati di studi e lavori svolti in ambito della sicurezza indus­tri­ale e ambi­en­tale ovvero per pro­porre nuovi metodi inno­v­a­tivi di val­u­tazione e anal­isi real­iz­zati dal gruppo di con­sulenti senior (liv­ello 7 EQF) di Glob-​Tek. Glob-​Tek opera anche nel ramo del trasfer­i­mento tec­no­logico e nell’innovazione appli­cata alla sicurezza e all’ambiente. Glob-​Tek è stata pre­mi­ata a con­clu­sione del «Prog­etto Start Up 2013» pro­mosso da t2i — Trasfer­i­mento Tec­no­logico e Inno­vazione e sostenuto dalla Cam­era di Com­mer­cio di Rovigo e dalla Fon­dazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo come startup ad alto con­tenuto inno­v­a­tivo.

 

Powered by

                        

 

 

 ARTICOLI IN EVIDENZA

  Campi elettromagnetici e carrelli elevatori

 

I carrelli elevatori possono generare livelli di campo magnetico pericolosi durante la guida e l'innalzamento di carichi ? Per rispondere a questa domanda abbiamo provveduto ad effettuare alcune misure , di seguito si riporta lo spettro dei valori di induzione magnetica più rappresentativo.

I valori di induzione magnetica sono molto bassi. Il motivo è che in realtà un muletto è alimentato in tensione continua (24-48 V) di conseguenza le variazioni di corrente assorbita dai motori elettrici è legata alla velocità e allo spunto, ovvero la frequenza che si genera risulta molto bassa. Inoltre i motori (trazione e compressore olio) sono collocati a distanze minimo pari a 0,5 m da dove è posizionato l'operatore.  La corrente assorbita dai motori assume la frequenza massima alla massima velocità che però corrisponde anche alla minima corrente assorbita. In ultimo i motori sono molto compatti e chiusi all'interno di strutture metalliche  (effetto schermante) per prevenirne la rottura o l'ingresso di polvere.

 

Motori carrello elevatore

 

I Led per l'illuminazione pubblica inquinano di più delle lampade al sodio

L'American Medical Association mette in guardia sulla sostituzione delle lampade gialle al sodio con quelle bianco-azzurre dei LED per l'illuminazione pubblica. La tecnologia LED, se non usata con le dovute cautele, oltre a presentare maggiori criticità dal punto di vista del rischio da radiazioni ottiche artificiali (ROA) comporta un maggiore inquinamento luminoso (contaminazione del cielo notturno). Quest'ultimo fatto è evidente confrontando le mappe dell'inquinamento in Europa derivante da lampade al sodio (figura a)  o da LED bianchi a 4000K (Figura b) , elaborate nel lavoro scientifico di Falchi et al., The new world atlas of artificial night sky brightness, Science Advances 2/6,  2016:

 Fonte: CieloBuio – Associazione per la protezione dell'ambiente notturno

 

 

Illuminazione a Led Stazione di Castel Bolognese (RA)

 

  

 

  Glob-Tek srls  Via del Commercio 43 Rovigo

Codice fis­cale e par­tita iva : 01487810291 Numero REA: 161359

 

   

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Sede Glob-Tek srls

  

 

  .