Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Questa misura non è stata una misura facile. Con il nostro collega senior Ing. Roberto Piccin di Eurocemis ci siamo impegnati molto (19 prove). Questa tipologia di saldatura sfrutta l'intensa corrente di scarica di un grosso condensatore in grado di elevare, per effetto joule, la temperatura fino alla "fusione".

 

 

La difficoltà è nel riuscire a misurare correnti molto rapide, ci siamo riusciti con una adeguata strumentazione ed effettuando un certo numero di prove. I valori indicano valori molto rapidi di induzione magnetica dell'ordine del 2000% rispetto ai limiti fissati dalla raccomandazione europea per la popolazione 1999/519/CE con sforamento in zona 2 secondo la CEI EN 50499.

 

Misure di prevenzione consigliate

 

Per attrezzature collocate in zona 1 secondo la CEI EN 50499 (Rischio Medio) occorre segnalare  la possibilità che i valori di induzione magnetica possano risultare un rischio per soggetti sensibili in particolare per portatori di dispositivi medici impiantati quali protesi metalliche, stimolatori cardiaci e defibrillatori e di altro tipo.

 

  • Fare in modo che i cavi di massa e della spara prigionieri rimangano affiancati, se possibile, fissarli assieme con del nastro o fascette in plastica.
  • Non stare mai tra il cavo di massa e quello della spara prigionieri. Se il cavo di massa si trova sulla destra dell’operatore anche quello della spara prigionieri stare da quella parte. In pratica l’operatore non dovrebbe stare all’interno della spira formata dal cavo di massa e dal cavo della spara prigionieri.
  • Collegare il cavo di massa al pezzo in lavorazione più vicino possibile alla zona di lavorazione.

 

 In collaborazione con

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna