Andare in auto a 95 km/h invece che 130 km/h riduce del 50 % l’emissione di CO2 (gas serra)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La combustione della benzina immette nell’ambiente anidride carbonica.

La combustione della benzina segue la seguente reazione:

 

Come dire che per ogni litro di benzina si produce circa 2 kg di CO2.

 

Il metano invece considerato “ecologico” produce più gas serra rispetto alla benzina, la formula della combustione del metano è la seguente:

 

Con una produzione di CO2 pari a circa 2,75 kg per litro.

 

Nell’ipotesi di velocità costante la potenza erogata dal motore si può calcolare con la seguente formula

P = k x V

dove K è il coefficiente di attrito dovuto all’aria e V la velocità in metri al secondo.

La cosa interessante che balza subito agli occhi è che la potenza e quindi la produzione di CO2 dipende dal cubo della velocità.

Ponendo K=1 per semplicità otteniamo che per esempio alla velocità di 130 km/h la potenza è circa 36 kW.

Se riduciamo la velocità a 110 km/h, ovvero solo di 20 km/h otteniamo una potenza pari a circa 27 kW ovvero otteniamo un risparmio di circa il 25 %.

Il trasporto su gomma pesa sul bilancio della CO2 per un 25 %, la riduzione della velocità porterebbe il bilancio a circa il 18%, non è poco.

In grammi corrisponderebbe a circa un risparmio di 25 grammi per kilometro su 100 g/km.

Se volessimo ridurre la produzione di CO2 del 50% relativamente al trasporto su gomma la velocità ideale, partendo da 130 km/h, sarebbe di circa 95 km/h, direi fattibile.

La cosa interessante è che volessimo ridurre l’emissione di CO2 del 90% e quindi rendere i trasporti su gomma “ecologici” la velocità sarebbe circa 50 km/h, questo forse non sarebbe fattibile.