Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Il Coordi­na­mento Tec­nico Inter­re­gionale per la sicurezza nei luoghi di lavoro in col­lab­o­razione con il Dipar­ti­mento Igiene del Lavoro dell’Ispesl (ora INAIL) ha aggior­nato, rel­a­ti­va­mente al Capo V (ROA Radi­azioni Ottiche Arti­fi­ciali) , le indi­cazioni oper­a­tive per la cor­retta appli­cazione del Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 sulla pre­ven­zione e pro­tezione dai rischi di espo­sizione ad agenti fisici nei luoghi di lavoro.

Ai sensi della tabella 8.1 del doc­u­mento si evince che i tempi mas­simi di espo­sizione senza DPI rel­a­ti­va­mente alla sal­datura ad arco sono dell’ordine della decina di sec­ondi (a 1 metro di dis­tanza) quindi risulta inutile effet­tuare oper­azioni di misura in campo.

Gli addetti e le per­sone tran­si­tanti nelle aree pos­sono essere quindi sovra esposti in man­canza di adeguate pre­cauzioni tec­nico organizzative.

Le mis­ure tec­nico orga­niz­za­tive si pos­sono rias­sumere nei seguenti tre punti :

  • Ver­i­fica dell’idoneità del DPI uti­liz­zato dall’operatore ed even­tual­mente degli assis­tenti alla sal­datura ovvero della cor­ret­tezza del numero di scala delle pro­tezioni (vetrini maschera) in fun­zione della cor­rente impostata sulla macchina. Il numero di scala del vetrino si sceglie con la tabella ripor­tata in appen­dice A della norma UNI 169:2003. Per esem­pio l’utilizzo di una sal­da­trice TIG con I =150 A il vetrino deve essere mar­cato DYN 11.
  • Ver­i­fica della pre­senza di adeguate tende o pan­nelli scher­manti in grado di evitare sovrae­s­po­sizioni da radi­azioni ottiche da parte di altri oper­a­tori tran­si­tanti nell’area durante la sal­datura. Bisogna fare in modo che nes­suna per­sona estranea alla oper­azione di sal­datura sia irra­di­ata dal fas­cio lumi­noso neanche per brevi peri­odi. In breve ogni sal­da­trice, anche se usata saltu­ar­i­a­mente deve avere a dis­po­sizione una tenda o pan­nello scher­mante even­tual­mente car­rel­lato o a soffi­etto. Pan­nelli in altri mate­ri­ali (met­allo e anche in legno) vanno benis­simo, l’importante che siano opachi.
  • Col­lo­cazione di adeguata seg­nalet­ica indi­cante il peri­colo pre­sente all’ingresso del reparto e sulla postazione di sal­datura. A tal propos­ito sarebbe adeguato uti­liz­zare la nuova seg­nalet­ica ISO EN 7010 (mon­di­ale) ovvero i cartelli W027 e MO19 .