RISCHIO BIOLOGICO

I termo scanner sono affidabili ?

I termometri a infrarossi sono utilizzati per controllare che le persone non abbiano una temperatura  superiore ai 37,5 °C. La febbre, infatti, è uno dei sintomi dell’infezione da Sars-CoV-2 e può essere interpretata come campanello d’allarme di un eventuale rischio di contagio. Il problema è che in realtà i termoscanner non misurano la febbre ma solo la temperatura superficiale della pelle.

La temperatura superficiale della pelle dipende da molti fattori come per esempio la temperatura esterna, il livello di sudorazione (e quindi dell’umidità relativa), dall’attività fisica e comunque è sempre inferiore a quella che si misurerebbe a riposo in un ambiente con temperatura ambientale controllata.

Inoltre sia i modelli a pistola che le termocamere hanno di solito un’accuratezza di lettura, nei casi migliori, del 2%. Significa che se sto leggendo 37.5° potrebbero essere 36° come 38°, come dire che in realtà stiamo misurando una temperatura con un incertezza mostruosa. Va da se che è meglio non fare affidamento solo su questo sistema di controllo.